FURY

fury banner

LA GUERRA IN FACCIA

Fury cover bd     Fury dvd cover

Nell’aprile del ’45 gli alleati avanzano sul suolo tedesco incontrando la resistenza più fanatica. Sopravvissuto a innumerevoli battaglie c’è il f19a69ceb70e5ca8a1a2977eeb80e46b
malandato carro armato Sherman del sergente Colliers (Brad Pitt), che sostituisce il mitragliere caduto con il dattilografo Norman (Logan Lerman), giovane che non ha mai combattuto. Con sprezzo del pericolo e una buona dose di fortuna il blindato si spinge più avanti di chiunque altro sino a quando una mina fa saltare un cingolo. In panne, isolato in aperta campagna e con truppe nemiche nelle vicinanze l’equipaggio non abbandona lo scontro.

Era tempo che non si respiravano fango, sudore e sangue per le vie del cinema bellico americano dedicato al secondo conflitto mondiale. Dopo “Salvate il soldato Ryan”di Spielberg per ritrovarsi la guerra in faccia con tutta la sua brutale violenza c’è voluto il regista/produttore/sceneggiatore americano David Ayer, che non solo aveva sorpreso nel 2005 esordiendo alla scrittura e dietro la cinepresa con il fulminante “Harsh Times – I giorni dell’odio” ma ha sicuramente lasciato il segno con storia e dialoghi per opere come il noir metropolitano “Training Day”.

Norman (Logan Lerman) and Wardaddy (Brad Pitt) in Columbia Pictures' FURY.Nel cast, che per entrare nel contesto dell’epoca ha vissuto in divisa condividendo spazi angusti e privazioni, attori carismatici come Michael Peña, Shia LaBeouf e Jon Bernthal oltre a un piccolo ruolo per Scott Eastwood, figlio del grande regista Clint Eastwood.
Uscito nelle sale italiane maledettamente in ritardo rispetto al resto del mondo a causa dei guai giudiziari dell’originale distributore il film è arrivato in home video da Sony Pictures HE, edizione DVD e due dischi Blu-ray alta definizione, quest’ultima con qualità d’immagine superlativa grazie al master video 4k (quattro volte l’attuale alta definizione), doppia traccia audio DTS-HD Master Audio 6 canali ad alta risoluzione italiano e inglese.

Molto interessanti gli extra (in inglese sottotitolati) con approfondimenti sulla realizzazione dei quali 46 minuti sui carri armati, 18 minuti dedicati al diario di lavorazione del regista e gallerie foto. Imperdibile il capitolo con sequenze estese o eliminate della durata di 56 minuti.

Claudio Pofi

0 Comment

Send a Comment

Your email address will not be published.