RATCHET E CLANK

Ratchet e Clank_banner

VIDEOGAME – RATCHET E CLANK

ATTENTI AL LOMBAX

Ratchet & Clank_cover PS4    ratchet_clank_ps4

Nato nel 2002 e sviluppato per la console PS2 di Sony, “Ratchet & Clank” si è guadagnato un’ottima reputazione nell’universo videoludico per il rinnovato approccio dei creativi di Insomniac all’adventure/platform sparatutto tridimensionale in terza persona. Toni leggeri da gioviale commedia fantascientifica in cui i personaggi principali sono Ratchet, meccanico della razza Lombax, nato sul pianeta Fastoon nella Galassia Polaris, e il robot Clank, che una volta incontrato diventa il suo migliore amico e partner. Un successo replicato nelle successive numerose pubblicazioni su PS2 e PS3 tra sequel e reboot con un livello di popolarità davvero importante viste le oltre 50 milioni di copie vendute nel mondo.4623677-6794470089-ratchet-and-clank-screen-08-ps4-eu-02jun15

È quindi giunto il momento anche per PS4 di rallegrare gli animi con rilancio dell’inossidabile coppia all’interno di una avventura che ripercorre in parte l’originale legata al tempo stesso all’omonimo lungometraggio animato di recente produzione. Storia esplorativa piena di sorprese e divertimento in seno a un nostalgico omaggio ai veterani del franchise ma capace di catturare l’attenzione di chi ancora non lo conosceva.

Attraverso un piacevole quanto ricco impianto scenografico e un approccio a livello di animazione digitale degno del lungometraggio hollywoodiano che fa eco al game stesso facciamo la conoscenza dei due eroi attraverso il racconto del capitano Qwark, prigioniero che racconta al compagno di cella le ragioni per cui si trova in carcere e per farlo parte dal momento in cui il meccanico Ratchet viene sottoposto a una serie di test necessari a dimostrare le proprie abilità a diventare Ranger Galattico e lanciarsi in pericolose missioni in cui affrontare e risolvere al meglio imprevedibili minacce.

RCPS4_1_met_train-1È in questa fase che si apprendono velocemente i movimenti principali, le possibilità di difesa e attacco con armi bianche o da fuoco collezionando altrettanto velocemente grappoli di viti e bulloni lasciati dai nemici abbattuti il cui accumulo consente di arricchire l’arsenale bellico per poi venire potenziato per esempio nella cadenza di fuoco, durata prolungata o volume dei danni, un sistema tra i più completi nel suo genere. Perché Ratchet & Clank è uno splendido sparatutto tanto spensierato quanto fracassone che impone al giocatore la necessaria abilità ad affrontare anche orde di nemici possibilmente senza perdere d’occhio l’ambiente circostante, tra elementi ostili e ambienti pericolosi in cui indietreggiare troppo può significare una rovinosa caduta nel vuoto.

Le armi stupiscono per varietà e ben presto ci si ritrova con l’imbarazzo della scelta anche se alcune mi hanno particolarmente colpito: c’è il ‘pixelator’, fucile che trasforma il malcapitato in un personaggio da antico videogame perdendo le fattezze contemporanee e finendo ben presto al tappeto, il ‘discotron’ che per una manciata di secondi obbliga gli avversari a ballare come in discoteca diventando vulnerabili, il ‘pecorator’ che muta in innocue pecore e sopra a tutto lo spassoso Mr. Zurkon, robottino volante indistruttibile che Ratchet può attivare a suo piacimento nei momenti di scontro più intensi. Zurkon non si limita ad aprire il fuoco ma si produce in una serie di esilaranti commenti, anche in questo caso potenziabile quanto a capacità di offesa e timing.PGW_Predator

I livelli di difficoltà sono 3 e in modalità facile la preoccupazione di ritrovarsi fuori combattimento si riduce al minimo guadagnando in termini di velocità nella risoluzione dei tanti livelli per i vari pianeti in cui l’avventura si sviluppa ed è la preferibile per neofiti in tenera età. Il game è oltremodo infarcito delle cosiddette ‘cut scene’, sequenze animate comunque opzionali ma che arricchiscono oltremodo una storia in cui sono presenti e ben rimescolati elementi delle passate pubblicazioni per la gioia dei veterani del franchise senza mai perdere verve e ironia.

All’interno di alcune missioni, tra principali e secondarie, è obbligatorio completarle non solo via terra ma anche volando con apposito propulsore il cui serbatoio va però ricaricato, in altre sarà il robottino Clank a entrare in azione per spianare la strada all’amico. Assenti le arene per combattimenti multiplayer. Gli optional recuperabili per avere il massimo da ogni arma sino a raggiungere l’immortalità, colpi infiniti, accelerazione o rallentamento sono ottenibili solo accumulando tutti i bonus (28 bolt d’oro) seminati per le numerose mappe senza esborso di Ratchet & Clank™_20160305134410ulteriori euro.

In termini di resa tecnica la grafica ha una qualità d’insieme davvero esaltante, elementi coloratissimi, ampi e ricchi fondali a una risoluzione Full HD (1080p) a 30 frame al secondo, stabili e costanti senza che si percepiscano appesantimenti o incertezze nella fluidità di movimenti anche quando lo scontro è con numerosi nemici, davvero minima la cosiddetta scalettatura o aliasing sugli elementi in primo piano. Audio di pari livello con un multicanale in grado di esaltare ulteriormente l’avventura con effetti anche dirompenti e piacevole accompagnamento musicale.

Claudio Pofi

0 Comment

Send a Comment

Your email address will not be published.