THE MECHANIC RESURRECTION

the-mechanic-resurrection_banner
the-mechanic-resurrection_poster

AL CINEMA – THE MECHANIC RESURRECTION

Il granitico attore britannico Jason Statham torna a vestire i panni del personaggio che fu di Charles Bronson.

Ritiratosi a vita pacifica in quel di Rio de Janeiro dopo avere simulato la propria morte, l’ex-killer professionista Arthur Bishop (Jason Statham) ‘meccanico’ in grado di camuffare gli omicidi in incidenti, mechanic-resurrection-99è avvicinato da una misteriosa donna la quale lo ricatta obbligandolo a colpire tre potenti criminali. Dopo aver seminato il panico tra i mercenari che accompagnavano l’emissaria, Bishop fa perdere le tracce trovando riparo in Thailandia presso una vecchia amica, riorganizzandosi per colpire chi gli da la caccia e scoprirne le reali intenzioni.

Con alle spalle alcune produzioni di discreto successo il tedesco Dennis Gansel è il regista del sequel di “Professione assassino” (“The cropped-1920-1080-726550Mechanic”) del 2011 a sua volta remake dell’omonimo formidabile film del 1972 interpretato da Charles Bronson. Se la precedente rivisitazione scricchiolava quanto a coerenza nella sceneggiatura in questo “Mechanic Resurrection” siamo numerosi gradini più in basso.

Sfruttando l’incredibile prestanza atletica di un Jason Statham in formissima la (vuota e scarna) sceneggiatura lo inserisce in un’avventura in cui pare più un funambolo circense che tenta di fare (brutta) concorrenza a Jackie Chan: come saltare dal tetto di una funivia su un deltaplano(!).

Un personaggio quello del killer che si tende a confondere spesso col peggiore James Bond, perfetto nelle più strampalate acrobazie per terra, mare e cielo, sempre sicuro di se, mai un errore di alcun tipo che avrebbe contribuito a rendere se non fragile comunque più umano il personaggio. mechanic2

Scontata evoluzione del racconto di una pochezza disarmante, con pochi guizzi e trovate: su tutte l’assalto del killer all’incredibile piscina a sbalzo debordante la cima di un palazzo in quel di Sidney, Australia. Nel cast anche Jessica Alba (“Verità sepolte”, “Sin City – Una donna per cui uccidere”) e gli sprecati Tommy Lee Jones (“Space Cowboys”, “Jason Bourne”, “The Homesman”) e Michelle Yeoh (“La tigre e il dragone”, “The Lady – L’amore per la libertà”).

Claudio Pofi

0 Comment

Send a Comment

Your email address will not be published.